Blog

Comunicati Stampa

Benifei al CONI per premiare le Città Europee dello Sport, molte le liguri: "Orgoglioso di premiare queste realtà, adesso tutti uniti per Genova Capitale Europea dello Sport 2023"
 

Come Vicepresidente dell'Associazione delle città europee dello sport l'europarlamentare ligure Brando Benifei ha partecipato, presso la sede del CONI, alle premiazioni di quest'anno, alle quali erano presenti, tra le altre, l'Arco del benessere della Vallebona - come vincitrice del titolo di Comunità Europea dello Sport per il 2019 - il Comune di Sanremo - come Città Europea dello Sport 2018 - Andora, come Cittadina Europea dello Sport 2018 e la Italian Riviera, che coinvolge 16 comuni del savonese ed è candidata a Comunità Europea dello Sport per il 2020. A margine della cerimonia Benifei ha dichiarato: "Da ligure ho premiato queste città con orgoglio, convinto che lo sport sia un importantissimo strumento di inclusione sociale, di costruzione di cittadinanza e anche di sviluppo economico legato sia al turismo sia alle imprese, soprattutto giovanili, del settore". Ha poi sottolineato Benifei "La priorità assoluta oggi è la candidatura di Genova a Capitale Europea dello Sport 2023, un'occasione importantissima per la promozione del territorio, per attirare investimenti, per fare rete per le opportunità europee, di fronte alla quale la politica deve essere unita, a prescindere dai diversi colori di parte. Il capoluogo della nostra Regione dovrà vedersela con Glasgow e personalmente mi impegnerò senza risparmiare energie perché questa importante opportunità arrivi in Liguria

"Benifei ha incontrato le regioni partner CLIPPER, progetto per l'economia del mare di cui fa parte anche il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine"


Stamani l’europarlamentare ligure del PD Brando Benifei ha incontrato a Bruxelles i rappresentanti delle regioni partner CLIPPER, progetto nato per sostenere le piccole e medie imprese dell’economia del mare, di cui fa parte anche il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine. “È stata un’occasione importante - dichiara l’Onorevole - per discutere di come rendere il Bilancio della UE più rispondente alle esigenze delle imprese dell’economia marittima, nonché alla ricerca e allo sviluppo di nuove tecnologie a tutela dell’ambiente marino. Da ligure non posso che sentire fortemente la necessità di questo impegno, che può portare grandi ricadute sui territori in termini di sviluppo economico e nuovi posti di lavoro”. La dott.ssa Mascha Stroobant, presente in rappresentanza del Distretto Ligure, ha dichiarato: “Le piccole e medie imprese sono l’ossatura della blue economy e come CLIPPER stiamo lavorando per favorirne l’imprenditorialità. Si possono ottenere ottimi risultati e in Europa non mancano gli esempi di buone pratiche, come le PMI scozzesi che si sono reinventate nell’eolico dopo la crisi della cantieristica degli anni ‘90”

MALTEMPO - BENIFEI, BRIANO E LUNARDON: "LA REGIONE CHIEDA AL GOVERNO DI ACCEDERE AL FONDO DI SOLIDARIETA’ EUROPEO ISTITUITO APPOSITAMENTE PER DANNI DA CALAMITA’ NATURALI”

“Le forti ondate di maltempo e le mareggiate che hanno colpito la Liguria in questi giorni hanno causato danni ingenti tanto nel riviere di Levante e di Ponente, ma anche nella città di Genova e nella sua area metropolitana. È assolutamente necessario che la Regione richieda al governo di attivarsi in tempi rapidi per accedere al Fondo di Solidarietà dell’Unione europea (FSUE), istituito proprio al fine di far fronte ai danni causati dalle calamità naturali”. Lo dichiarano in una nota congiunta Giovanni Lunardon, capogruppo del PD in Regione Liguria e gli eurodeputati Brando Benifei e Renata Briano. "E' necessario – prosegue la nota - che tale richiesta sia presentata alla Commissione europea entro dodici settimane dal primo danno subito ed è quindi urgente che Regione e governo si diano da fare per quantificare i danni e formalizzare la richiesta all’esecutivo comunitario.
Sono passati mesi dal crollo del Ponte Morandi, una ferita ancora aperta nel cuore della regione. Soltanto oggi, con imperdonabile e ingiustificabile ritardo, si vota alla Camera il Decreto Genova, contenente condoni edilizi per Ischia e norme sull’utilizzo di fanghi inquinanti in agricoltura, che nulla hanno a che fare con il sostegno a un territorio già in ginocchio e adesso ulteriormente percosso dal maltempo. Ci troviamo in un momento drammatico: i liguri non possono permettersi ulteriori ritardi dovuti all’inefficienza e al mancato coordinamento di Regione e governo. Si richieda, quindi, immediatamente il sostegno dell’Unione europea per attingere al Fondo di Solidarietà.”

BENIFEI: “Il Ministro Bussetti vada nelle scuole della Liguria e al Liceo Lorenzo Costa di Spezia a dire che non servono più fondi negli istituti scolastici”

“Il Ministro Bussetti si faccia un giro per le scuole della Liguria a dire che non hanno bisogno di più fondi, e vada ad esempio al Liceo Classico Lorenzo Costa della Spezia, mia ex scuola, dove gli studenti hanno denunciato la necessità di autotassarsi per affittare uno spazio esterno dove svolgere le loro assemblee di istituto. La colpa non può essere scaricata sui dirigenti scolastici o sugli insegnanti: certe strutture scolastiche, sia in Liguria che nel resto del paese, versano in pessime condizioni, a volte non è neppure garantita la sicurezza piena degli spazi e si corrono seri rischi per l’incolumità. Qui però siamo oltre, ci troviamo di fronte alla mancanza totale di senso della realtà: uno si aspetterebbe dal titolare del dicastero della pubblica istruzione una difesa con le unghie e con i denti di maggiori investimenti per la scuola, che peraltro è uno dei presidi fondamentali della cittadinanza. Invece Bussetti, in spregio totale ai ragazzi che chiedono una scuola pubblica almeno dignitosa, dice che non servono maggiori risorse. Le dichiarazioni del ministro preoccupano moltissimo, perché è evidente che sia completamente ignaro della situazione quotidiana che vivono gli studenti, i docenti, i presidi e il personale tecnico degli istituti. Il Partito Democratico aveva iniziato ad affrontare il problema con il piano straordinario per l’edilizia scolastica, un’iniziativa di certo non risolutiva, ma che andava nella direzione giusta. Ne andrebbero aumentate portata e risorse, non dovrebbe essere messa in discussione con delle pericolose marce indietro. La sicurezza dei nostri ragazzi e delle strutture scolastiche e il diritto allo studio non sono evidentemente tra le priorità del governo dello pseudocambiamento, che ogni giorno conferma come sia un ostacolo alla civiltà e alla modernità del Paese.”

 

Delegazione CNA Liguria tre giorni a Bruxelles con l'On.Brando Benifei. Il Vicepresidente Gattini: "Occasione importante"

Dall'8 al 10 ottobre una rappresentanza della CNA ligure e una delegazione della CNA Pensionati Liguria sono a Bruxelles, ospiti dell'europarlamentare ligure del PD Brando Benifei, per una serie di incontri e di visite istituzionali. Scopo del viaggio è la creazione e il consolidamento di legami tra importanti rappresentanti delle realtà economiche locali, quali sono le associazioni di categoria, le loro rappresentanze istituzionali presso le istituzioni europee e le istituzioni stesse. 
“In questa fase - secondo Benifei - è importante il contributo degli attori economici storici della Liguria nel disegnare, assieme ai legislatori, una mappa per lo sviluppo della Regione, soprattutto in un momento come questo, nel quale il tragico crollo del ponte Morandi rimette in discussione la collocazione del territorio ligure rispetto al nord del Paese. In questa due giorni abbiamo discusso di rivitalizzazione dei centri urbani, di sviluppo del turismo, del commercio e dell’artigianato come cuore del patrimonio immateriale, di sostegno alle piccole e medie imprese. In UE stiamo disegnando il prossimo Bilancio Europeo per il settennato 2021-2027 e io ho voluto dare rappresentanza agli attori liguri in questo processo.” Gianluca Gattini, Vice-Presidente CNA Liguria, ha commentato l’importanza di questa opportunità: “È stata una occasione preziosa di avvicinarci ai meccanismi decisionali europei e confrontarci sui percorsi necessari alla messa in campo di strumenti di sostegno per il nostro territorio non solo per il breve, ma anche per il lungo periodo. Consolidare questo tipo di relazioni è rilevante sia per le istituzioni che per le associazioni di categoria e ringraziamo per questo l’On.Benifei".