Blog

Territorio

Questa sera Benifei ha partecipato a un'incontro, organizzato dai Giovani Democratici di Barzago, su come sia assolutamente necessario che le nuove generazioni diventino protagoniste del rilancio del progetto europeo al fine di salvarlo da egoismi e nazionalismi. "L'Europa garantisce ai giovani una prospettiva di pace e di possibilità di competere nella globalizzazione. Senza l'Europa i nostri giovani sono destinati alla marginalità internazionale e a un peggioramento delle condizioni economiche. I movimenti nazionalistici e populistici sono nemici dei giovani ed è fondamentale che la sinistra formi una nuova classe dirigente proprio tra i giovani europei di oggi per costruire un'Europa rifondata e federale domani".

Benifei ha partecipato oggi a un'iniziativa organizzata dal gruppo S&D al Parlamento Europeo in collaborazione con i Giovani Democratici. L'incontro, che si è svolto all'interno della Festa dell'Unità di Lentate sul Seveso, aveva l'obiettivo di discutere, in chiave amaramente comica, il valore della formazione internazionale conosciuta dalla generazione Erasmus e i problemi relativi al precariato e a una sempre più tardiva emancipazione dei giovani dal nucleo familiare di origine

Dal 28 al 30 giugno, a Milano, si è tenuto il Festival del Lavoro, un importantissimo appuntamento annuale che vede confrontarsi i principali esponenti della politica e dell'economia. Durante i lavori del Festival Benifei è intervenuto in particolare sui nuovi lavori e la digital economy, su cui il nostro Paese può fare di più, integrando maggiormente lavoro, impresa e formazione per incrementare competenze digitali e smart working, anche attraverso i fondi europei. Con la nuova programmazione europea, ora in discussione, ci saranno nuove opportunità in tal senso anche per l'Italia. Prima di tutto è però emergenziale affrontare il problema dei giovani bloccati in infiniti stage e tirocini o senza le sufficienti esperienze per essere assunti.In tal senso servono incentivi concreti alle aziende e un'alleanza finalizzata tra istituzioni e imprese. Puoi vedere qui una mia videointervista a margine del Festival.


Dal Liguria Pride a Genova, fino alla Pride Square di Milano di questo weekend, Benifei ha partecipato alle manifestazioni che hanno rivendicato l'orgoglio e i diritti per tutti gli orientamenti sessuali. "Con la legge Cirinnà del 2016 il nostro Paese ha fatto un grande passo avanti rispetto al totale vuoto normativo precedente, ma il cammino verso la totale uguaglianza e una capillare cultura del rispetto è ancora da compiere. Oggi più che mai, dopo l'insediamento del governo più di destra della storia repubblicana e dopo le gravissime esternazioni del Ministro della Famiglia, è fondamentale l'impegno in prima linea di tutti i democratici per i diritti a vedere riconosciuta la propria esistenza e i propri amori."

Benifei è oggi alla Festa dell'Unità di Bernareggio per partecipare, insieme all'On. Roberto Rampi, a un dibattito su come il progetto europeo, ancora in costruzione e lontano dal suo pieno compimento, rappresenti ancora oggi una grande opportunità per le nuove generazioni, nonostante i venti antieuropeisti che soffiano per il continente. Nell'occasione Benifei ha ribadito l'impegno per Istituzioni europee più rappresentative, meno burocratiche e più vicine alle istanze dei cittadini, tutto ciò al fine di rifondare l'Europa sui propri valori originali e rilanciare un vero progetto federalista.