Blog

Territorio


Benifei è intervenuto oggi a Milano alla conferenza di apertura della seconda edizione dello European Youth Debate. 
L'evento è stato organizzato dall'associazione di studenti Bocconi European Generation con il patrocinio del Parlamento Europeo, e vi hanno partecipato ottanta studenti provenienti da diciotto diversi paesi dell'Unione.

Benifei partecipa all'evento "Europe First! L'Unione fa la forza", organizzato oggi a Torino dai Radicali. 
Si tratta di una giornata di confronto per rilanciare il progetto federale europeo, che coinvolge membri delle istituzioni, della politica e del mondo accademico.


Stamattina si è tenuto al Parlamento europeo a Bruxelles un evento sulle startup e il Mercato unico digitale, organizzato dall'eurodeputato spezzino del PD Brando Benifei in collaborazione con la deputata tedesca Julia Reda, del partito dei Pirati, e di Eva Maydell, bulgara del Partito popolare.
All’evento hanno partecipato i rappresentanti di varie startup europee, con l’obiettivo di creare un’occasione di confronto con i parlamentari, impegnati in questi mesi con vari dossier legislativi legati al Mercato unico digitale, sui temi che hanno maggiori ricadute per le "giovani" imprese. Dal diritto di copyright alla regolamentazione delle piattaforme online, dalla normativa sui Big Data all'internazionalizzazione digitale delle imprese, dalla rimozione dei geo blocchi fino alla incubazione guidata (dall'idea al mercato) dei social innovators,  il ricco tavolo di lavoro organizzato ha permesso agli Eurodeputati di conoscerne meglio il punto di vista e le aspettative degli startupper e scambiare spunti di riflessione preziosi per il lavoro parlamentare.
In particolare, Benifei ha invitato la startup spezzina BrandLand, creata da dei ragazzi che hanno avuto l’idea di fornire tramite un’app per smartphone una piattaforma di e-commerce che aggrega i prodotti dei creatori locali e indipendenti nel settore della moda. Piccole realtà di eccellenza che, altrimenti, non avrebbero la possibilità e gli strumenti per vendere i propri prodotti anche a un mercato più ampio.


La Brexit, la vittoria di Donald Trump, l’esito del referendum costituzionale in Italia. Molti hanno interpretato i recenti risultati elettorali come una rivolta contro l’establishment, il voto di una società impoverita, impaurita ed esasperata contro le élite di governo (economiche e politiche).
Ma cosa sono le élite? Chi ne fa parte? Come si formano? Chi rappresentano? È possibile che nascano nuove élite portatrici di politiche differenti e inclusive?
Benifei ne discute oggi a Genova, presso la Sala Liguria del Palazzo Ducale di Genova, all'iniziativa "Le élite nella crisi della globalizzazione", in occasione della presentazione del quarto numero della rivista di teoria e politica "Pandora", dedicato proprio al tema delle élite.
Si confrontano con lui: Alessandro Aresu - Consigliere scientifico di Limes e General Manager MacroGeo, Luca Borzani - Presidente della Fondazione Palazzo Ducale, Giacomo Bottos - Direttore della rivista Pandora, Lorenzo Mesini - Segretario di redazione della rivista Pandora.

Benifei e Lia Quartapelle hanno discusso di Turchia, Russia e USA all'Arci l'Impegno di Milano insieme a tanti giovani.
Domani si terrà la miniplenaria del Parlamento Europeo a Bruxelles, con un ordine del giorno stravolto per discutere del Muslimban di Trump e dei rischi per la sicurezza mondiale.
In questo momento complicato ci sarebbe bisogno di un'altra Europa, dobbiamo iniziare a costruirla buttando il cuore oltre l'ostacolo dei piccoli interessi egoistici.