Blog

Territorio


Benifei ha inaugurato oggi un Infopoint sulle opportunità europee, in Via Cavallotti 33 alla Spezia. 
"Ho voluto fortemente aprire alla Spezia, la mia città, un Infopoint sulle opportunità europee. I cittadini si chiedono a cosa serva l'Europa, per questo abbiamo chiamato questo punto "L'Europa che ti serve". Abbiamo voglia di partire il prima possibile. Il 29 dicembre ci rivedremo tutti insieme per gli auguri e da gennaio inizieremo con le attività vere e proprie. Nel frattempo qua si potranno trovare una connessione wi fi gratuita e materiali informativi sull'operato dell'Unione europea".

Prima della cerimonia del taglio del nastro Marta Michelis, presidente della sezione spezzina della Gioventù federalista europea e Luca Mastrosimone, per conto dell'Ufficio del Parlamento europeo di Milano, hanno letto due messaggi di sostegno all'iniziativa.


Benifei è a Palazzolo sull'Oglio, in provincia di Brescia, per confrontarsi con il segretario del Partito Democratico bresciano, Michele Zanardi, su quali siano gli aspetti ideali e pratici per i quali va considerato conveniente restare all'interno dell'Unione Europea. L'incontro si tiene alle 20.45 presso la sala civica in via Torre del Popolo 2

Oggi a Sondrio si è tenuto un interessante convegno sull'Europa e la scuola, organizzato dall'Ufficio Scolastico per la Lombardia e il Movimento Federalista Europeo. Benifei è stato relatore al focus dal titolo "Le istituzioni europee e il mondo della scuola", insieme al collega europarlamentare Marco Zanni e al Direttore della sede milanese della Rappresentanza della Commissione Europea, Massimo Gaudina.


Nell'ambito del ciclo di conferenze "Conoscere l'Europa tra criticità e riforme", Benifei ha partecipato oggi a un confronto dal titolo "Come può l'Unione Europea diventare un modello di benessere per i suoi cittadini?" con la Prof.ssa Ilaria Madama della Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell'Università di Firenze.

La Liguria e i suoi litorali sono stati pesantemente colpiti dall'ondata di maltempo di fine ottobre. Alcuni territori e settori economici dovranno fare fronte a ingenti costi per rialzarsi. Insieme alla collega Renata Briano e al Capogruppo PD in Liguria Lunardon, Benifei ha chiesto che la Regione si attivi per accedere al Fondo di Solidarietà dell'Unione Europea, istituito proprio per fare fronte ai danni causati dalle calamità naturali. La richiesta deve essere presentata entro 12 settimane dal primo danno subito, dunque Regione e Governo quantifichino i danni e attivino al più presto la procedura: la Liguria non può permettersi altri ritardi e inefficienze come accaduto con il decreto Genova.