Blog

Parlamento Europeo

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2015

https://www.youtube.com/watch?v=8zMxLS4ozYI&feature=youtu.be

Signor Presidente, onorevoli colleghi, la retorica patriottica del presidente Putin pretende dalla comunità internazionale il riconoscimento politico dello status di grande potenza alla Russia contemporanea. La tragica barbara uccisione del leader politico Boris Nemtsov a due giorni della manifestazione liberale organizzata dalle opposizioni costituisce un nuovo banco di prova. Sull'indipendenza e l'imparzialità del sistema giudiziario russo, sulla garanzia e la tutela dello Stato di diritto gravano da troppo tempo dubbi consistenti e pesanti.

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2015

https://www.youtube.com/watch?v=Bi8QGH83RFk

Signor Presidente, onorevoli colleghi, l'analisi annuale della crescita 2015 presenta molte novità spesso positive, come l'introduzione del joint employment report che quest'anno accompagna i dati presentati nel social scoreboard .
Sono documenti che dimostrano una rinnovata attenzione della Commissione verso gli aspetti occupazionali e sociali dell'economia europea. Meglio tardi che mai, si potrebbe aggiungere!

Bruxelles, 26 febbraio 2015

Audizione pubblica congiunta della Commissione sull'Occupazione e gli Affari Sociali e della Commissione Cultura ed Educazione sulla riforma dei sistemi educativi in Europa come via per combattere l'abbandono scolastico precoce, la povertà infantile e la disoccupazione giovanile.
L'intervento di Brando Benifei

https://www.youtube.com/watch?v=i49U_JnGvlk&feature=youtu.be

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo del 10 febbraio 2015

https://www.youtube.com/watch?v=oj86gfTzRyU

Signor Presidente, onorevoli colleghi, signora Alto rappresentante, in vista della nona revisione quinquennale dell'NPT è un peccato che il Parlamento abbia deciso per questa volta di non presentare una risoluzione, interrompendo una pratica consolidata sino agli anni precedenti. Ci furono infatti risoluzioni sia nel 2005 che nel 2010. In questo modo rinunciamo a esprimere la nostra voce pienamente. In un momento incerto come quello che stiamo attraversando, penso ai tesi negoziati con la Russia sull'Ucraina, ma anche al momento cruciale per una possibile conclusione dei colloqui con l'Iran sul nucleare, il lavoro del nostro Alto rappresentante avrebbe senza dubbio beneficiato di un sostegno politico formale da parte del Parlamento.

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo del 10 febbraio 2015

https://www.youtube.com/watch?v=fZi9LZz8UI4

Signor Presidente, onorevoli colleghi, i piani di partecipazione finanziaria dei lavoratori dipendenti possono diventare uno strumento importantissimo per potenziare il livello delle tutele sociali dei lavoratori europei. Si tratta di schemi intelligenti che cercano di raggiungere situazioni positive, obiettivi e risultati positivi per lavoratori e imprese, massimizzando l'utilità sociale.
Ma ciò si può verificare solo a determinate condizioni. Innanzitutto, è essenziale che la Commissione migliori l'accesso alle informazioni relativamente a questi piani, che avranno un impatto utile per l'economia europea proporzionalmente alla loro diffusione. In questo senso, l'aspetto transnazionale non può essere sottovalutato per attivare un sistema veramente europeo che superi potenziali situazioni di doppia tassazione o forme di restrizione all'esercizio delle libertà economiche garantite dai trattati.