Stampa

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo del 17 settembre 2014, discussione sulla disoccupazione giovanile in Europa.
L'intervento dell'On. Brando Benifei

https://www.youtube.com/watch?v=Ej9zhBLB7uU&list=UUMhxCspKYFnMHpdyUf4yMeg

Signora Presidente, onorevoli colleghi, la disoccupazione giovanile in Europa rimane a livelli inaccettabili, così come inaccettabile è già una spaventosa media europea del 23 per cento, non parliamo dei paesi in cui supera il 50 per cento.

Ricordiamoci che senza lavoro non ci sono diritti, non esistono libertà, non esiste futuro, e senza il supporto dei giovani non esiste un futuro per l'Unione.

Io sono contento che i paesi membri, come anche l'Italia – il mio paese – si stiano attivando per implementare la garanzia giovani. Ringrazio il Commissario Andor per il lavoro fatto in un contesto difficile, quello della Commissione Barroso. Allo stesso tempo però va ribadito che la dotazione finanziaria non è sufficiente. Per avere un impatto reale, queste iniziative devono diventare misure strutturali a sostegno dell'occupazione dei giovani. Il 30 giugno, Angela Merkel in una conferenza stampa ha detto chiaramente che riteneva non sufficiente l'azione dell'Unione europea per contrastare la disoccupazione giovanile, ma sono proprio le politiche di austerità di cui lei è stata campionessa che hanno impedito di agire più incisivamente contro la disoccupazione giovanile.

 

Noi aspettiamo con ansia la revisione del quadro finanziario pluriennale e il piano Juncker per contrastare la disoccupazione.


Clicca qui per vedere il video integrale dell'intervento