Blog

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2015

https://www.youtube.com/watch?v=8zMxLS4ozYI&feature=youtu.be

Signor Presidente, onorevoli colleghi, la retorica patriottica del presidente Putin pretende dalla comunità internazionale il riconoscimento politico dello status di grande potenza alla Russia contemporanea. La tragica barbara uccisione del leader politico Boris Nemtsov a due giorni della manifestazione liberale organizzata dalle opposizioni costituisce un nuovo banco di prova. Sull'indipendenza e l'imparzialità del sistema giudiziario russo, sulla garanzia e la tutela dello Stato di diritto gravano da troppo tempo dubbi consistenti e pesanti.

 

Auspichiamo dunque indagini tempestive e trasparenti e processi equi, che finalmente smentiscano una reputazione controversa, anche per via di alcuni altri omicidi citati dall'Alto rappresentante Mogherini – penso in primo luogo ad esempio a quello di Anna Politkovskaya.

Come Unione europea crediamo in una società civile forte e democratica, pluralista, partecipativa ed è un obiettivo per il quale lavoriamo anche con i nostri partner, quindi anche con la Russia. La franchezza e l'apertura del dialogo con la Federazione russa rendono necessario un nostro interessamento per questa drammatica vicenda.