Blog

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo dell'11 marzo 2015

https://www.youtube.com/watch?v=Bi8QGH83RFk

Signor Presidente, onorevoli colleghi, l'analisi annuale della crescita 2015 presenta molte novità spesso positive, come l'introduzione del joint employment report che quest'anno accompagna i dati presentati nel social scoreboard .
Sono documenti che dimostrano una rinnovata attenzione della Commissione verso gli aspetti occupazionali e sociali dell'economia europea. Meglio tardi che mai, si potrebbe aggiungere!

È essenziale adesso che l'Unione europea metta in moto tutte le sue risorse al fine di risolvere la situazione descritta in quei documenti, soprattutto per quanto riguarda la disoccupazione, che mette a repentaglio il tessuto sociale europeo, la sostenibilità della politica economica e della moneta unica e la sostenibilità del progetto europeo in sé.

Il nuovo approccio presentato dalla Commissione e basato sul triangolo investimenti, riforme strutturali e responsabilità di bilancio può funzionare se si dimostrerà orientato a sostenere i cittadini in termini di redistribuzione della ricchezza, di creazione di posti di lavoro, di coesione territoriale e sociale. Il rapporto Oxfam sulla disuguaglianza citato dalla collega Ulvskog ci mostra dati chiari e preoccupanti.

Il piano di investimenti che stiamo discutendo sta creando moltissime aspettative che non devono essere deluse.