Stampa

Strasburgo, seduta del Parlamento Europeo del 17 dicembre 2014

https://www.youtube.com/watch?v=iLriykZu0ys

Signor Presidente, onorevoli colleghi, anch'io come l'on. Corrao volevo fare alcune brevi riflessioni, avendo ascoltato la discussione, che è stata molto interessante.

Mi ha colpito che un collega italiano del PPE, l'on. Martusciello, abbia fatto riferimento al fatto che questa scelta dell'accordo di associazione non deve essere vista come un dispetto nei confronti della Russia. Mi sembra un discorso che ho sentito riecheggiare anche in altri interventi ma io credo che si tratti di una questione proprio mal posta.

Non dobbiamo porre il tema dell'accordo di associazione con la Georgia in quest'ottica ma nell'ottica della costruzione di una nostra di maggiore forza e presenza nell'area come Unione europea. Non possiamo pensare che soltanto gli Stati Uniti e la Russia esercitino un'influenza nell'area del Mar Nero, del Caucaso e della Georgia. È importante che l'Unione europea possa svolgere un ruolo e l'accordo di associazione permette, anche attraverso l'economia, di esercitare un ruolo politico.