Blog

Extrattività

Benifei ha partecipato al convegno di chiusura dell'azione COST-LUDI "Play for Children with Disabilities", che si è tenuto oggi al Parlamento Europeo e dove si è discusso del gioco dei bambini con disabilità, di barriere sociali, di gioco per il piacere di giocare, di accessibilità e di inclusione. 
Nell'occasione sono state presentate sette pubblicazioni realizzate nel corso degli ultimi quattro anni e condivisi documenti di sostegno al riconoscimento e alla realizzazione del diritto al gioco da parte dei bambini con disabilità.

I Giusti sono coloro i quali hanno difeso la dignità umana senza piegarsi a totalitarismi e a convenienze. Insieme a Silvia Costa, Benifei ha presentato un progetto pilota volto a creare in tutto il mondo nuovi Giardini dei Giusti, sulla scia di quelli già istituiti, spazi dedicati a questi baluardi di umanità e altruismo. "A tale progetto hanno già aderito altri colleghi e vogliamo anche costruire in tutti gli Stati Membri una rete di parlamentari che vogliano sostenere la causa dei Giusti, contribuendo a portare in Europa il lavoro di Gariwo, importante Onlus che si occupa della diffusione della memoria del Bene e che cura i Giardini collaborando con le amministrazioni locali e la società civile".


Brando Benifei (Pd-S&D) ha ricevuto il premio di eurodeputato dell'anno dal prestigioso Parliament Magazine, per il lavoro da lui svolto nell'ambito delle politiche europee per l'occupazione e gli affari sociali.

Selezionato tra i finalisti per il terzo anno consecutivo, Benifei quest'anno è l'unico eurodeputato italiano ad aver ricevuto il riconoscimento, per il suo impegno nella lotta alla disoccupazione giovanile, lo sviluppo di nuove competenze in campo digitale, per i diritti delle persone con disabilità.

"Dedico il premio - ha dichiarato nel ritirarlo - a tutti i giovani che ancora oggi soffrono condizioni lavorative ingiuste, che sono sfruttati, che non vengono retribuiti per il lavoro svolto, purtroppo anche all'interno delle istituzioni europee. A questo proposito - aggiunge - stiamo portando avanti una campagna all'interno del Parlamento per denunciare la pratica dei tirocini non retribuiti, una situazione scandalosa a cui si deve assolutamente porre fine entro il termine di questa legislatura

Il 31 gennaio, a Bruxelles, Benifei ha introdotto i lavori di un'iniziativa congiunta organizzata da lui e da Confindustria Digitale.
Tema del confronto è stato l'adeguamento delle norme sul diritto d'autore all'ambiente digitale per rendere competitiva l'economia europea e nazionale. "L'innovazione tecnologica ha sicuramente messo in discussione alcuni presupposti del diritto d'autore e reso più complicato remunerare i creatori di contenuti. Con interlocutori diversi, da Wikimedia Foundation all'Associazione Europea delle Biblioteche, abbiamo discusso di come valorizzare la creatività, bilanciando gli interessi ed evitando di bloccare l'innovazione, per uno sviluppo equilibrato del Mercato Unico Digitale e per mantenere la libertà della Rete".

Si sono tenuti a Roma, il 20 e 21 gennaio, gli Stati Generali delle Politiche Giovanili, organizzati dal Forum Nazionale Giovani. Le giornate hanno visto confrontarsi moltissimi ragazzi da tutta Italia, che hanno portato visioni e proposte sulle questioni più vicine alle giovani generazioni: la partecipazione alla vita politica e sociale, la nuova organizzazione del lavoro, la formazione, un'Unione Europea più coesa che moltiplichi le opportunità per i giovani. "Personalmente ho partecipato al panel sulla cooperazione europea e internazionale, che ha indagato sulle opportune riforme istituzionali, sulla possibilità di integrare le politiche pubbliche europee e sulle azioni per aumentare il peso strategico dell'UE sul piano internazionale. Un confronto interessante che ha aiutato noi interlocutori istituzionali a focalizzare ulteriormente priorità e richieste dei giovani"